E adesso dieta ...

e vabbe'..lasciate ogni speranza voi che entrate

armatevi di coraggio e sfogliate il blog

computer-immagine-animata-0026

QR Code di questo blog

Generatore di codici QR

Instagram

Instagram

Il mio profilo in Linkedin Carlo Bonzi

Report ShinyStat

Spread in tempo reale..ammazzate se e' schifa

cercami in Linkedin

Veni, Vidi, WC.

In classifica

Riconoscimento

Riconoscimento

Sto rilevando il tuo IP e non dirlo a nessuno.

Sign by Danasoft - For Backgrounds and Layouts

Il post e' scritto in Togolese ma tu prova a cambiare lingua.

E' l'ora della distensione ..leggi il post

Questo e' il mio motore di ricerca, scrivi una parola e clicca sul cerca

sabato 13 gennaio 2018

Icone che si spostano sul desktop.



Vi siete rotti il pallisterio nel ritrovare scombinata la posizione delle Icone che avete sistemato sul desk ed e' davvero uno scassamento di marroni a dover risistemare come vi pare end piace.. avete provato cercare la via dei Temi etc ma il V/ pc a volte se ne frega e al riavvio ecco il pasticcio da sistemare, questo solitamente capita dopo aggiornamenti o installazione di un programma nuovo e quindi il post odierno cerchera' di darvi una mano senza impazzire, utilizzando un programmino piccolo e gratuito che si chiama Desktop Restore, scaricatelo cliccando sul menu' a sinistra..Desktop Restore (http://www.midiox.com/) appartiene alla categoria delle utility gratuite che cominci ad usare e di cui non riesci piu' farne a meno ed e' solo una estensione della Shell che aggiunge 3 voci al menu contestuale associato al desktop:

  • Save Desktop: salva la posizione delle icone e dei collegamenti sul desktop (è la prima operazione da fare dopo che si sono organizzate le icone);
  • Restore Desktop: ripristina la posizione delle icone nel caso un'operazione di cambio della risoluzione dello schermo o l'installazione di un nuovo programma alteri il vostro ordinamento preferito;
  • Custom Save/Restore: permette di salvare o ripristinare una configurazione sovrascrivendone una preesistente o affiancandola in base al nome da assegnare ad un file di configurazione.



Per chi non lo sapesse:
il menu contestuale del desktop appare facendo click con il tasto destro del mouse su una parte vuota del desktop stesso (scrivania) di Windows. 

Non dimenticate di fare il setting portando il segno di spunta su HOST IN MAIN MENU  per defoult sono selezionati quelli in CASCADE MENU.

Bon.. quindi ricapitolando tutto cio' che dovete fare e' organizzare e posizionare le icone sul desktop come piu' vi piace e premere Save Desktop per salvare il layout. Se l'organizzazione viene compromessa, bastera' premere Restore Desktop e tutto tornera' come prima.
Si possono scegliere piu' disposizioni per la stessa risoluzione assegnando un nome ad ogni configurazione (si fa con Custom Save/Restore) ed e' supportata la modalita' multimonitor.

A volte puo' capitare che Windows al riavvio perda lo stesso la configurazione della posizione delle icone persino se Desktop Restore e' installato e questo capita negli aggiornamenti che si scontrano coi programmi che avrete installato.

In questo caso dovrete:

  • ripristinare la posizione delle icone;
  • muovere manualmente (con il mouse) una o 2 icone e salvare la posizione con Save Desktop;
  • riportare manualmente le icone spostate in precedenza nella posizione voluta e salvare di nuovo la configurazione con Save Desktop.
Desktop Restore 1.7.0: funziona con tutte le versioni di Windows in piedi:
quali Win7, Win8, Win 8.1, Win10 (questo va sul 64 bit).
per chi viaggia ancora con le vecchie deve scaricare:
Desktop Restore 1.6.3: Windows XP e 2000 (installer separati per le versioni a 32 e 64 bit);
Desktop Restore 1.5.6: Windows 98/ME.
Ovvio che se avete i driver della scheda video che includono gia' le funzioni di salvataggio e ripristino configurazione delle icone sul desktop non scaricherete un bel nulla e via col destro sulla parte vuota del desktop.

Il sito dove avete scaricato e stato fatto da un programmatore che e' dei nostri e vive solo con la pubblicita' e quindi restituite il favore non selezionando "Donate" (so che avete il braccino corto) ma cliccando sull'ultima selezione di link che vi portera' ad Amazon, voi non ci perderete nulla e lui guadagnera' 9 cents di $,

giovedì 11 gennaio 2018

I drammi delle famiglie allargate.


Le famiglie allargate complicano un poco la vita e riprendo un fatto che a suo tempo postai ed era' il dilemma di un giovane che frequentando una compagna di universita' si era innamorato della di lei madre al punto di sposarla . Tutto sembrava funzionasse bene sintantoche' il padre del ragazzo si innamoro'e sposo' la figlia della moglie del figlio mettendolo cosi' in crisi di identita' come vergato sul diario dello stesso figlio...

Ho 24 anni e sono sposato con una vedova di 48 anni, la quale ha una figlia di 25 anni.

Mio padre sentendosi ancor giovane coi suoi 50 anni si e' innamorato ed ha sposato tale figlia.

Quindi attualmente mio padre e' diventato mio genero, in quanto ha sposato mia figlia.

Inoltre, mia nuora e' divenuta mia matrigna, in quanto moglie di mio padre.

Mia moglie e io abbiamo avuto lo scorso gennaio un figlio.

Costui e' quindi diventato fratello della moglie di mio padre, quindi cognato di mio padre e inoltre mio zio, in quanto fratello della mia matrigna.

Mio figlio e' dunque mio zio.

La moglie di mio padre a Natale ha avuto un figlio, che quindi e' contemporaneamente mio fratello in quanto figlio di mio padre, e mio nipote in quanto figlio della figlia di mia moglie.

Io sono quindi fratello di mio nipote, e siccome il marito della madre di una persona e' suo padre, risulta che io sono padre della figlia di mia moglie e fratello di suo figlio.

Quindi io sono mio nonno....

Tutta sta storia non sta in piedi e io se sono mio nonno, dovrei essere anche padre di me stesso, fratello di mio zio e nipote di mio figlio.

Pero' essendo mio figlio mio zio io non posso essere il cognato di mia madre che ha sposato mio nipote, ovvero mio zio.

Quindi mia madre ha sposato mio zio e questo porta a dedurre il fatto che ora mia madre e' anche mia sorella.

Mia sorella e' diventata suocera di mio figlio ma mia sorella e' anche mia madre essendo matrigna di mia zia.

Ne consegue che mio nonno potrebbe essere semplicemente il nipote di mio figlio.

Quindi io sono fratello a un figlio unico e se sono davvero il nonno di me stesso allora il ragionamento fila e mi conviene togliere la genziana dalla grappa e andare sul liscio. 

Bah lasciamo perdere queste seghe mentali e buttiamoci sulle elezioni, siete di destra, sinistra o centro? Vediamo la striscia del Net..









sabato 6 gennaio 2018

Kama Sutra


In India tra il I e IV secolo viene scritto un importante trattato sul kama, l’amore sensuale, da Vatsyayana.

Il libro e'scritto in forma di aforismi, o sutra e da qui il nome Kamasutra (aforismi sull’amore sensuale). 

LA SEXY V
La donna deve sedersi su un mobile o un tavolo e l'uomo deve mettersi di fronte a lei in piedi. Le gambe di lui devono essere leggermente piegate, distanziate di circa 90 cm. La donna appoggia le braccia dell'uomo, che ha invece le braccia attorno alla parte inferiore del busto di lei. Lentamente la donna deve spingere la gamba sinistra in alto, e sostenere il piede destro sulla spalla sinistra dell'uomo. Fare la stessa cosa con la gamba destra sulla spalla sinistra dell'uomo.

L'uomo e' saldamente in piedi, e solleva la donna chee' in piedi davanti a lui. Lei lo avvolge con le gambe, tenendo i piedi su un letto o un sofa'. L'uomo fa salire e scendere la donna, cercando di produrre un movimento dall'alto al basso mantenendo la stessa velocita' e profondita'.
L’uomo e' disteso supino con le gambe sollevate e le ginocchia piegate e tiene per i fianchi la partner adagiata sul suo sesso. E' lui che si muove ritmicamente mentre lei gli accarezza la base del pene, zona particolarmente erogena.
L'uomo è disteso sulla schiena. Lei è distesa su di lui appoggiata sui gomiti, con le gambe semiflesse. L'uomo penetra la partner tenendola per la vita. La donna solleva il bacino poi lo appoggia a lui.
La donna è distesa supina e appoggia una gamba sulla spalla del partner. Lui è inginocchiato e la penetra tenendole con una mano la caviglia della gamba dritta e con l’altra il ginocchio. Approfittando delle mani libere la donna può accarezzarsi i seni o stimolare il sesso del compagno. Una variante può essere quella di ripetere lo stesso movimento con l’altra gamba e così via alternandole.
L’uomo e la donna sono distesi sui fianchi. Le natiche di lei aderiscono al bacino del partner che la penetra delicatamente e la ricopre di baci e carezze. Questa posizione, particolarmente rilassante, e' adatta anche alle donne incinte che non vogliono rinunciare al piacere del sesso nei primi cinque mesi di gravidanza.
Questa posizione puo' essere eseguita solo se il maschio e' forte e non ha problemi di schiena. L'uomo deve formare un ponte con il corpo, mentre la donna contro di lui si lscia penetrare dandogli la schiena. E' un'ottima posizione se la donna preferisce i movimenti rotatori del bacino piuttosto che il banale classico su e giu'.
La donna è distesa sulla schiena, con le gambe sollevate verso la testa (come se stesse per fare una capriola all'indietro). L'uomo si inginocchia davanti alla donna e apre le gambe di lei, poi vi posiziona la testa. In questo modo le gambe della donna sono a destra e a sinistra delle spalle dell'uomo. L'uomo tiene stretti i fianchi della donna e si protende sul suo corpo. I partner possono così guardarsi negli occhi, e possono usare entrambe le mani per accarezzarsi.

L'uomo è sdraiato sulla schiena con le gambe chiuse. La donna, seduta su di lui e raggiunge la penetrazione, va indietro con la schiena e si mantiene ben salda con le mani.Una volta che si è nella posizione della Clip, la donna può mantenere il ritmo che preferisce mentre lui può stimolare il clitoride (e godersi la visione ovviamente).
In piedi, con le ginocchia strette ai bordi di una sedia e le braccia incrociate sullo schienale, la donna dà le spalle al partner che prima la porta a sè insinuandole le mani tra le cosce leggermente divaricate per stimolarle il clitoride, poi la penetra da dietro. Questa posizione - adatta sia al coito anale che vaginale - consente un’ottima sollecitazione delle pareti vaginali e del punto G della donna. L’uomo può anche accarezzarle il clitoride o i seni prima e durante la penetrazione.


Questa posizione è decisamente complessa e richiede una buona muscolatura per entrambi, in particolare per le braccia della donna. La donna parte da sdraiata su un fianco, sollevandosi con il braccio sinistro e tenendo polpacci, piedi e caviglie sul materasso. L'uomo la supporta tenendola per il bacino e, sollevandole la gamba destra la penetra. Nonostante sia molto difficile da eseguire, è una posizione che promette una penetrazione profonda e un orgasmo esplosivo.
Lei, sdraiata, deve piegare le gambe all'indietro, cercando di raggiungere le sue anche e le sue braccia dietro la testa. L'uomo inginocchiato la penetra in questa posizione con movimenti circolatori per cercare di donarle più piacere possibile.
L'uomo si sdraia sulla sponda del letto la donna si accovaccia e con la mano cerca di evitare che il pena esca mentre l'uomo accompagna le natiche cercando di stringerle sollevandole.
La donna si sdraia l'uomo in ginocchio le piega le gambe sul seno mentre la donna accompagna il movimento agendo sulle gambe dell'uomo.
La donna è distesa con la pancia in su. L'uomo è in ginocchio davanti a lei, le afferra il bacino e lo mentiene all'altezza del pene. Questa posizione porta all'eccitazione molto rapidamente. Per una variante più comoda, l'uomo è seduto sui talloni, attira a sé il bacino della partner accarezzandole il clitoride...
L’uomo è seduto sulla sponda del letto con i piedi per terra e la schiena ben dritta. Dandogli le spalle lei si adagia sul suo sesso e modula l’oscillazione del va e vieni aggrappandosi alle mani e alle gambe. Lui può accompagnarne il movimento sollevandole le natiche o accarezzandole il clitoride e i seni. Questa posizione consente una penetrazione particolarmente profonda
Lei resta immobile con il tronco e i gomiti appoggiati al letto mentre lui le solleva le cosce divaricate e la penetra modulando l’oscillazione del va e vieni. A seconda della statura del partner, la donna puo' sollevarsi con l’aiuto di cuscini.
L’uomo è disteso sul fianco. La donna si sdraia accanto a lui con la testa all’altezza dei piedi e gli stringe il bacino con le cosce sollevate strofinandolo con i seni. Particolarmente eccitato dal punto di vista, durante la penetrazione lui può accarezzarle i glutei e infilarle delicatamente le dita nell’ano, zona fortemente erogena.
Ecco una variante della posizione classica e universalmente apprezzata del missionario. La donna è distesa con le cosce divaricate e qualche cuscino sotto le natiche per ottimizzare l’angolo di penetrazione. L’uomo si adagia tra le sue gambe e si appoggia sugli avambracci per modulare meglio l’oscillazione del va e vieni. Questa posizione, al tempo stesso stimolante e rilassante, consente alla coppia di guardarsi, baciarsi e abbracciarsi nonostante limiti la libertà di movimento della donna rivelandosi talvolta noiosa.
La donna e' supina, tiene una gamba allungata e l’altra sollevata con il ginocchio piegato. L’uomo si siede sulla coscia distesa e passa l’altra gamba sotto la coscia alzata della partner tenendosi all’indietro con le braccia. Questa posizione e' particolarmente stimolante per la donna che puo' al tempo stesso accarezzarsi e toccare il corpo dell’uomo.

L'uomo si appoggia sulle mani. La partner si adagia comodamente su qualche cuscino con le gambe appoggiate alle spalle dell'uomo e si muove ritmicamente. Questa posizione permette una penetrazione profonda e provoca un piacere molto intenso.
La donna è sdraiata sulla schiena e incrocia le gambe sul petto. L'uomo è sopra di lei e la penetra. Volendo si può utilizzare un cuscino per cambiare leggermente l'angolazione della penetrazione. Per non pesare troppo sulla donna, l'uomo può alternare l'appoggio del proprio peso tra le gambe di lei e i propri polsi, mentre la donna può incrementare l'eccitazione utilizzando le mani per accarezzare il proprio partner.
Uomo e donna sono l'uno davanti all'altro. Lei con l'aiuto dell'uomo che si inginocchia per coadiuvare il movimento, come una ballerina, porta la gamba sulla spalla di lui.

La donna sta sul letto, e l'uomo sta dietro di lei. Da qui l'uomo mette le sua mani sul posteriore di lei, così da fare sedere lei sopra e farla appoggiare sul suo petto. In questa posizione lui può penetrarla da dietro, lei si appoggia sulle sue braccia per supportare meglio il peso.
Prima cosa di tutto costruite la vostra montagna di cuscini. La donna è inginocchiata di fronte ai cuscini. L'uomo sta inginocchiato dietro di lei, con le gambe esterne alle sue. Lui si sdraia con il busto su di lei e effettua la penetrazione da dietro. Assicuratevi di usare dei cuscini abbastanza consistenti per creare la montagna.
La donna e' distesa sulla schiena con le gambe sollevate e le ginocchia unite contro il petto, l'uomo si inginocchia e la penetra. In questa posizione, il punto G viene stimolato in maniera piu' intensa.
L'uomo e' sdraiato sopa la donna come in un classica posizione alla missionaria. Mentre e' sopra la donna, mantenendo la posizione si da lo slancio per compiere una rotazione a 360 gradi. Per aiutarlo, la donna deve guidarlo col suo corpo. Come l'elica sopra un elicottero, assicurandosi di sollevare le gambe di lui quando oscillano sopra la testa.
La donna si mette a cavalcioni sopra l'uomo, in modo da essere faccia faccia. Una volta che è dentro di la donna lei avvolge le sue gambe intorno alle natichedell'uomo e lui fara' lo stesso. Poi tutte due uomo uniranno i gomiti l'uno sotto le ginocchia dell'altro sollevandole fino al livello del torace. Poi si comincia a dondolare con dei movimenti avanti-indietro.
Nell'unione dell'aquila i due partner si uniscono formando una aquila in volo. La posizione non si presta ad evoluzioni troppo spericolate, perche' tecnicamente ha bisogno di un pilota esperto che non si lasci distrarre dalle turbolenze e che mantenga sempre la giusta rotta. Ricordate alla vostra partner che l'aquila, per volare, ha bisogno di sbattere le ali!
Questa posizione è decisamente complessa e richiede una buona muscolatura per entrambi, in particolare per le braccia della donna. La donna parte da sdraiata su un fianco, sollevandosi con il braccio sinistro e tenendo polpacci, piedi e caviglie sul materasso. L'uomo la supporta tenendola per il bacino e, sollevandole la gamba destra la penetra. Nonostante sia molto difficile da eseguire, è una posizione che promette una penetrazione profonda e un orgasmo esplosivo.
La donna è sdraiata sulla schiena, una gamba allungata, l'altra piegata. L'uomo è sopra di lei, passa una gamba sotto la coscia alzata di lei e si appoggia sui gomiti. Questa posizione è molto stimolante: la donna può accarezzare il proprio corpo e quello del partner durante tutta la durata del rapporto.
La donna si posizione a quattro zampe, tendendo le braccia davanti alla testa. Per mantenere l'equilibrio, la donna sposta il peso sulle mani, tenendo la testa rivolta verso il basso. L'uomo si inginocchia dietro la donna, tenendole i fianchi. La posizione, detta anche pecorina, è uno dei classici del Kama Sutra. Una posizione da evitare sulla moquette, se dopo il sesso non si vogliono avere le ginocchia graffiate!
Il tuo uomo è seduto sul letto con le gambe stese davanti a sé. Mettiti in ginocchio sopra di lui, abbassandoti sul suo pene eretto. Una volta che sei a tuo agio, inarca la schiena, ma attenzione a non sforzare la zona lombare. Appoggia la testa tra le sue gambe sul letto e afferra le sue caviglie o i suoi piedi. In quel momento lui si può piegare in avanti e può avere inizio il divertimento.
L'uomo è disteso sulla schiena. La donna è a cavalcioni su di lui, all'indietro. La donna può accarezzare il membro del partner o il clitoride inumidendo le dita con la saliva o le secrezioni vaginali.
La donna è distesa sulla schiena, con le gambe leggermente aperte, possibilmente con un cuscino sotto la schiena per facilitare la penetrazione. L'uomo è disteso sulla donna, e ha le mani da un lato e dall'altro della testa di lei, con le braccia ben tese come se facesse le flessioni. La donna tiene le mani sui fianchi dell'uomo, e lo aiuta a formare dei numeri "8" con i fianchi, mentre è dentro di lei. L'8 "disteso" è il simbolo dell'infinito, e sembra una bella promessa da farsi in due!
L'uomo é seduto comodamente su una sedia e la donna é appoggiata a lui. Mentre lei si muove, lui le mordicchia il seno. Questa, è una posizione originale e stimolante
Lei é a gattoni, appoggiata comodamente sui gomiti. Lui, piegato con le ginocchia piegate, l'abbraccia e la penetra da dietro. Questa posizione classica é piacevole per entrambe. Infatti, la penetrazione profonda stimola molto la vagina e il punto G e il partner può accarezzare alla partner il clitoride e i seni. D'altra parte é molto eccitante anche per lui, che con questa posizione può soddisfare la sua smania di dominare la donna. Tuttavia alcune donne si sentono umiliate in questa posizione, mentre altre la trovano particolarmente dolorosa
Nella Chiave incrociata la donna è sdraiata con il posteriore sul bordo del letto e le gambe in aria incrociate. Lui è di fronte a lei e usa le sue mani per aprire e chiudere le gambe mentre la penetra.
Lui è disteso supino. Lei si siede sul suo sesso con le gambe sul fianco e le cosce divaricate e si muove ritmicamente. La donna può aumentare il piacere di una penetrazione abbastanza profonda accarezzandosi.
La donna è sdraiata a pancia in giù sul letto o per terra, con le gambe distese e leggermente divaricate. L'uomo si siede dietro di lei, e inarca il corpo per facilitare la penetrazione, tenendosi sulle braccia e appoggiando le mani ai lati delle gambe di lei. Per intensificare le sensazioni, la donna può chiudere leggermente le gambe. Per comodità, è consigliabile che la donna si appoggi sui propri gomiti.
Lei, distesa in posizione supina, piega le cosce sulla pancia e appoggia i piedi sulle spalle del partner. Inginocchiato su di lei l’uomo la penetra in profondità. Questa posizione può procurare enorme piacere alla donna, soprattutto durante l’eiaculazione, a patto però che la vagina sia sufficientemente lubrificata per evitare che la penetrazione, particolarmente intensa, risulti dolorosa.
L’uomo è inginocchiato con le natiche appoggiate ai talloni e si sostiene all’indietro con le braccia. La donna è adagiata sul letto con la testa sul cuscino e la schiena ben distesa. Per consentire una penetrazione ottimale solleva le cosce strette ai fianchi del compagno. Può stimolare altre zone erogene accarezzandosi i seni e il monte di Venere. Particolarmente sexy ed eccitante, questa posizione permette una penetrazione profonda e offre ai partner l’occasione di osservarsi reciprocamente.
Appoggiato a un braccio l’uomo è seduto sul fianco e tiene un ginocchio per terra. Facendo leva sugli avambracci e dandogli le spalle, la donna si strofina sul suo sesso e si muove ritmicamente per facilitare la penetrazione. Con la mano libera lui può anche accarezzarle i seni, le natiche e la zona anale. È consigliabile praticare questa posizione su un tappeto, piuttosto che sul letto.
Per la Forza-G, la donna e' sdraiata di schiena e porta le sue ginocchia al petto.Lui e' inginocchiato di fronte alla donna, e impugna i suoi piedi. Con il solo movimento dei fianchi, l'uomo puo' penetrarla mentre controlla il movimento e aiuta a far restare in equilibrio lei. Per incrementare il piacere lei puo' mettere i suoi piedi sul suo petto, trattenendo ancora di più i suoi fianchi dandogli cosi' un controllo extra e lasciarlo penetrare ancora di piu'.
In questa posizione la donna e' sdraiata a pancia in su, meglio ancora se con un cuscino sotto i glutei per alzare leggermente il bacino. La donna muove le anche mentre lui la penetra. E' una posizione perfetta dopo una cena romantica, perche' aiuta anche la digestione ed e' meglio di un Alka Seltzer.
Siete pronti alla sfida del nuovo Millennio? Quel che vi occorre è una sedia, tanta agilità e una buona forma fisica. Lei è a cavalcioni sulla spalliera della sedia con il busto piegato e i gomiti appoggiati alle ginocchia. Lui la tiene per i fianchi modulando l’oscillazione del va e vieni per raggiungere il massimo dell’eccitazione.
Lui e' seduto su una sedia. La partner, adagiata sulle sue gambe, si muove ritmicamente sollevandosi e risiedendosi. L’uomo puo' stimolarle il clitoride mentre lei si accarezza i seni.
La donna, supina, è distesa su un cuscino, con le ginocchia piegate. Il partner è seduto con le gambe sotto le sue cosce si piega in avanti per baciarle il ventre, poi solleva il bacino per penetrarla. L'uomo inizia a muoversi ritmicamente quando la donna è completamente abbandonata.

La posizione della proposta necessita di un po' di pratica e tanta volontà. Inginocchiati faccia a faccia, l'uomo mette il suo piede ben piantato a terra di fronte a lui (come se stesse facendo una proposta di matrimonio appunto) e la donna mette il suo piede destro per terra, scavalcando la gamba inginocchiata di lui.
La penetrazione può essere fatta sporgendosi in avanti verso i piedi piantati, facendo degli affondi, come se si stesse ballando un lento.

La donna é appoggiata sulle braccia e su un ginocchio. L'uomo è in ginocchio, tiene la partner per il bacino e la gamba di lei non piegata si appoggia sul fianco. E' lui che ritma il movimento. Questa posizione non può essere mantenuta per tutto il rapporto perché sarebbe troppo faticoso per la donna.
L'uomo è seduto con le gambe incrociate, la donna è sopra di lui. Lui ritma il movimento con le mani e accarezza il seno della partner con la bocca.

Lei deve sdraiarsi su un tavolo, un letto o una scrivania, mettendo un cuscino sotto le natiche che devono essere un po' rialzate. Poi sempre la donna deve alzare le gambe in alto, tenendole unite. La donna può mettere le mani sotto il cuscino per dare ancora un po' più di elevazione al bacino.Lui effettua la penetrazione mentre lei ha le gambe in alto; se il letto o il tavolo sono bassi, l'uomo dovrebbe piegare le ginocchia o inginocchiarsi per terra. In più lui può afferrare i piedi per fare leva, così per essere più stabile qualora volesse spingere più a fondo.
L'uomo è seduto sul letto e le sue gambe sono stese orizzontalmente. La donna deve insinuarsi sotto le sue gambe in posizione posteriore e aiutare la penetrazione. La donna deve poi stendere le gambe, cercando di metterle dietro di lui, e rilassare il busto fra i piedi di lui. La donna deve poi scorrere su e giù usando i piedi di lui per fare leva.

Appoggiandosi al braccio destro, l’uomo sta seduto con le gambe allungate mentre la donna, di schiena, si inginocchia su di lui a cavalcioni e si muove ritmicamente. Con la mano rimasta libera, il partner può accarezzarle i seni e la natiche.
La donna e' piegata in avanti e l’uomo la penetra stando semiseduto. Appigliandosi ai suoi piedi, lei si muove lentamente mentre lui le ricopre la schiena di baci. E' una posizione che richiede agilita' ma che permette di riscoprire angoli spesso dimenticati del corpo del proprio partner.
L’uomo e' in piedi e tiene in braccio la partner sorreggendola per le natiche e per la schiena mentre lei lo avvolge stretta con le gambe. La donna puo' anche appoggiarsi con le spalle al muro, cosi' da avere un sostegno sicuro e permettere una maggiore penetrazione. Questa posizione ha il vantaggio di essere praticabile in qualsiasi luogo, ma presenta anche il limite di essere adatta solo a un uomo muscoloso e di non poter essere mantenuta a lungo.


L'uomo solleva la donna tenendola sotto i glutei. La donna avvolge le gambe intorno ai fianchi di lui per tenersi e appoggia i piedi contro il muro a cui l'uomo si deve appoggiare. Questa posizione richiede una grande forza da parte dell'uomo, ma i risultati sono assicurati!
La donna è distesa supina con un cuscino sotto la testa e un altro meno spesso ai bordi del letto che le solleva il bacino e la aiuta a “fare la candela” alzando le gambe in verticale. L’uomo è inginocchiato sullo scendiletto e la penetra accarezzandole la parte sotto delle cosce, zona particolarmente erogena.
In piedi, pelle contro pelle, lei gli dà le spalle mentre lui, abbracciandola con passione, la porta a sé e la penetra da dietro. Per mantenersi meglio in equilibrio, la donna può appoggiarsi al muro o a un tavolo.

Adatta a qualsiasi luogo e circostanza, questa posizione ha il sapore di un incontro a sorpresa. In piedi, uno di fronte all’altra, l’uomo stimola con il proprio sesso quello della partner fino a raggiungere una penetrazione superficiale. Per ottenere la massima riuscita e' quindi consigliabile che la donna aumenti la propria statura indossando scarpe con il tacco o salendo su di un qualsiasi altro supporto a disposizione....
La donna da' la schiena al partner e si adagia su di lui a cavalcioni. L’uomo la tiene per l’estremita' alta delle cosce e modula l’oscillazione del va e vieni. Questa posizione permette alla donna di accarezzare lo scroto del partner, mentre l’uomo puoì apprezzare da vicino le chiappe della compagna.
La Supernova inizia con la classica posizione con la donna sopra all'uomo, stando sopra le coperte (non andate sotto!) L'uomo deve avere la testa dal lato del fondo del letto.
Lei si accovaccia su di lui con le ginocchia piegate e i piedi ben piazzati sul letto mentre lui la penetra. La donna si curva all'indietro appoggiandosi sulle braccia e si muove fino al raggiungimento dell'orgasmo. Quando arriva il momento lei si butta in avanti verso l'uomo e appoggiandosi sulle ginocchia, spinge l'uomo verso il bordo del letto fino a quando sporge fino a quando la sue spalle e braccia sono completamente al di fuori del giaciglio. La donna a questo punto si sposta nella posizione di partenza fino al raggiungimento del piacere per entrambi.
La Supernova è una posizione sessuale supertecnica!

L'uomo é appoggiato sulle mani, le gambe sono allungate sul letto. La donna é a cavalcioni su di lui, e appoggia le mani di fianco alla gambe di lui. La donna va avanti e indietro ritmicamente con il bacino.
La donna si inginocchia sul gradino più basso della scala e si appoggia su un gradino superiore o sulla ringhiera.
L'uomo la prende per i fianchi e la penetra da dietro. La posizione della Scala Reale può essere usata anche per il sesso anale

L’uomo è seduto per terra o sul letto con una gamba allungata e l’altra leggermente piegata per star bene in equilibrio. La donna si adagia su di lui a cavalcioni sollevandosi e risiedendosi ritmicamente mentre il partner la sostiene per le natiche. L’uomo può anche stimolare con baci e succhiotti i seni della compagna o divertirsi a mordicchiarle i capezzoli.

Lei si sdraia sul letto pancia in giù facendo sporgere il proprio corpo, dal bacino in giù, al di la del letto, appoggiando le mani sul pavimento per supportare il peso.Lui si posiziona sopra di lei, le sue gambe tra quelle della compagna e la penetra da dietro. L'uomo può anche prendere la donna per i fianchi e sollevare la schiena al posto di restare sdraiato su di lei.
Questa posizione è decisamente complessa e richiede una buona muscolatura per entrambi, in particolare per le braccia della donna. La donna parte da sdraiata su un fianco, sollevandosi con il braccio sinistro e tenendo polpacci, piedi e caviglie sul materasso. L'uomo la supporta tenendola per il bacino e, sollevandole la gamba destra la penetra. Nonostante sia molto difficile da eseguire, è una posizione che promette una penetrazione profonda e un orgasmo esplosivo.

Questa posizione è l'ideale per prendere un attimo di respiro tra posizioni più complesse e che richiedono più "lavoro". L'uomo e la donna sono stesi sul fianco guardandosi in viso e le gambe sono incrociate l'una all'altra per facilitare la penetrazione. I movimenti devono essere praticamente all'unisono e possono essere alternati tra lenti e più rapidi, fino al raggiungimento dell'orgasmo. Senza nessuna fretta, chiaramente.

L’uomo si insinua dolcemente tra le gambe della partner. Lei è distesa su un fianco con le ginocchia piegate, i piedi incrociati e lo stringe forte con le gambe. Durante la penetrazione, può accarezzargli il sesso e la nuca. Approfittando di questa posizione fatta di intimità e dolcezza, i due amanti possono raccontarsi piaceri e desideri da scoprire insieme..
La donna si sdraia su un lato con le braccia sopra la testa. L'uomo deve mettersi perpendicolare sul lato della donna, e lentamente la donna deve sollevare la sua gamba sinistra e far sì che l'uomo si metta con la parte inferiore del corpo fra le sue gambe. Una volta che si è ben uniti, la donna deve afferrare l'uomo per le spalle mentre è ancorata sul pavimento. Attenzione e tenervi forte.
Lei si sdraia con un cuscino sotto la testa e le gambe in aria più dritte e in alto possibile.
Lui si inginocchia di fronte a lei, prendendo le sue gambe e appoggiandosele sopra una spalla. Spingendosi avanti, la penetra.
Volendo lui può usare il letto o il pavimento come supporto appoggiandosi con le braccia da un lato o dall'altro del tuo busto.

La donna è distesa con la pancia in su, ed i glutei sul bordo del letto o su un tavolo. L'uomo è in piedi e la penetra accarezzandole i seni ed il clitoride. Questa posizione può essere effettuata anche restando immobili. In questo caso, la donna stringe a sé il partner incrociando le gambe. E' molto eccitante: la donna sente le pulsazioni del pene e l'uomo quelle della vagina.
La donna è sdraiata sulla schiena, con le ginocchia contro il petto. L'uomo si inginocchia e la penetra. Per una penetrazione più profonda, la donna può appoggiare le mani sui glutei di lui e tirarlo verso di sè, tenendo i piedi appoggiati al suo petto.
La donna inizia questo gioco mettendosi prona, con il viso rivolto verso il basso. Con le mani tieniti per la zona lombare e solleva gambe e schiena, in modo che questa sia il più perpendicolare possibile. A questo punto il tuo uomo si inginocchia davanti alla donna, afferra le sue caviglie e mette le sue ginocchia all'altezza delle tue spalle. Poi lei afferra le sue mani e le tiene per i fianchi, così da far essere più saldi entrambi. Tieni le sue coscia per fare leva e mettiti in modo che i suoi genitali possano godere di un'esperienza ultraterrena.
Lui si siede su una sedia piuttosto comoda con un cuscino appoggiato sotto le ginocchia per tenerle leggermente sollevate.
Lei si mette a cavalcioni, abbassandosi su di lui e sollevando le sue gambe sulle sue spalle, in modo si appoggino sullo schienale della sedia. Lui la abbraccia per aiutarla nei movimenti e mantenerla in equilibrio. Una volta che l'uomo l'ha penetrata, la donna inizia a muoversi spingendo le gambe verso lo schienale della sedia mentre lui spinge verso l'alto.

Lui si sdraia sulla schiena con le ginocchia piegate. Lei si appoggia su di lui inginocchiata, con le gambe ben aperte dandogli la schiena.
In questa posizione la sua pancia si appoggia sulle gambe e sulle ginocchia dell'uomo che possono essere usate come leva per i movimenti avanti e indietro, dentro e fuori. Per facilitare il raggiungimento dell'orgasmo la donna può inarcare bene schiena restando attaccata alle sue ginocchia.

L’uomo ha la schiena appoggiata al muro e penetra la partner tenendola per le cosce e muovendo il bacino avanti e indietro a modulare l’oscillazione del va e vieni.

Lei e' distesa supina con le gambe divaricate mentre lui la penetra. Le mani restano libere per scambiarsi carezze ed effusioni. Soprattutto quelle della donna, che puo' accarezzare con passione la schiena e le natiche dell’uomo. Una posizione per fare l’amore in tutta semplicita'.
La donna inizia dando la schiena al partner e si sdraia su un fianco. L'uomo si inginocchia dietro la donna in modo che i due corpi siano perpendicolari. L'uomo prende la gamba inferiore della donna e la sposta, penetrandola. Lei prende la sua gamba superiore e la allunga leggermente per dare a lui una migliore visibilità. Per aituarsi nella spinta lui può tenere la donna per i fianchi.
Lui si sdraia sulla schiena tenendo le sue gambe leggermente divaricate e la testa appoggiata al cuscino.
Lei si appoggia su di lui di traverso, con le gambe da una parte e il resto del corpo dall'altra, tenendo le sue gambe ben chiuse e appoggiandosi sulle braccia per avere miglior supporto.
Nel momento della penetrazione lei apre le gambe leggermente e inizia a fare dei movimenti circolari, lenti e continui, alternati a movimenti verticali. L'uomo per facilatare l'orgasmo può effettuare movimenti uguali e contrari a quelli della donna.

L'uomo è seduto. Lei è seduta a cavalcioni su di lui, si getta all'indietro e poggia la testa su un cuscino. L'uomo si muove ritmicamente e le accarezza i seni. Questa posizione richiede una grande agilità.
La donna é appoggiata sulle mani, le braccia sono tese. L'uomo é ai bordi del letto e le solleva il bacino, mentre lei appoggia le gambe sulle braccia del partner. E' una posizione che esige grande agilità, un po' di forza e che non può durare più di qualche minuto.

Lui è dritto sulle ginocchia mentre la donna, in posizione supina e con le gambe piegate, appoggia i piedi contro il suo petto. L’uomo può piegarsi all’indietro o in avanti allontanando o avvicinando così le cosce della partner al suo seno. Questa posizione consente una penetrazione molto profonda.
Vi suggerisco questa posizione come tappa rilassante durante la vostra «maratona amorosa». Godrete di un dolce far niente fatto di sguardi e carezze. Anche il vostro fisico trarra' beneficio dall’abbassamento della pressione, raccomandabile prima di riprendere giochi erotici piu' impegnativi.
L'uomo si inginocchia sul letto. La donna si sdraia sulla schiena, alza i glutei e avvolge le gambe intorno a lui. Mentre l'uomo la penetra, la donna inarca la schiena, facendosi aiutare da lui, che le tiene le mani sotto la schiena.
L'uomo siede a gambe incrociate, tenendosi con le mani poggiate dietro. La donna si siede sull'uomo, con il viso rivolto verso di lui, avvolgendolo con le gambe. La donna può così decidere il ritmo e la profondità della penetrazione. Per liberare le braccia e accarezzare la donna, l'uomo potrebbe poggiare la schiena contro una parete, per avere così le mani libere.

La donna e l'uomo sono sdraiati l'uno di fronte all'altro. La donna deve avvicinare il suo inguine su quello di lui, avvolgendo le gambe attorno ai lati del suo busto. Le braccia di lei devono essere distese dietro per sostenere il peso. Lui circonda la vita della donna con le gambe e impugna le cosce di lei, spingendo delicatamente.
Ad un primo sguardo questa posizione ci ricorda la posizione del missionario. L'uomo va a quattro zampe, poi la donna solleva le anche verso il suo pene in modo che possa penetrarla.
L'uomo rimane in questa posizione mentre la donna fa tutto il lavoro.

Questa posizione è basata tutta sul controllo: il vostro uomo è sdraiato supino sul letto. La donna si gira e si mette a cavalcioni sopra l'uomo, in modo che la schiena sia verso di lui, abbassandosi sul suo pene eretto. La donna stende le sue gambe indietro verso le sue spalle e porta il busto verso il letto, tra le gambe di lui. La donna con entrambe le gambe e quelle dell' uomo formeranno una X. Lei poi deve iniziare a scivolare su e giù. Per avere una maggiore spinta la donna deve utilizzare i piedi di lui.
La donna è distesa sulla schiena, con le gambe allungate e le braccia sopra la testa. L'uomo è disteso su di lei. Mentre l'uomo scivola dentro la donna, lei tiene in tensione tutti i muscoli, stringe le gambe e spinge le braccia contro il letto. Questo aumenterà lo spazio di penetrazione e permetterà una stimolazione naturale della clitoride.
La donna è su un mobile alto (una scrivania, un tavolo, la lavatrice), seduta a gambe incrociate e appoggiata sulle braccia, posizionate dietro. L'uomo le sta in piedi difronte, e la donna incrocia le gambe dietro di lui, lungo i fianchi. Lui la guarda dritto negli occhi, mentre comincia il movimento.
La donna si stende sull’uomo, divarica le gambe per facilitare la penetrazione e subito dopo le richiude in modo che i due corpi siano perfettamente sovrapposti. Comincia poi a stimolare il partner strofinando il proprio corpo contro quello del compagno lateralmente e in senso orizzontale. È una posizione molto intima che consente il massimo contatto fisico e accontenta le donne minute che di solito preferiscono stare sopra.
L'uomo si sdraia e raccoglie le gambe al petto. La donna si siede su di lui e lascia che il partner le appoggi i piedi sulla schiena. Per una stimolazione più intensa e per aiutare l'equilibrio, i partner si possono sostenere tenendosi per i polsi. Questa posizione è l'ideale per chi ama la penetrazione profonda.

Il trucco della farfalla è l'angolature. Lei è distesa sulla schiena sul letto o su un mobile e lui sta di fronte a lei mette le sue gambe sopra le sue spalle. La donna mette le sue braccia e le due mani giù e solleva il suo bacino. In base alla sua forza lui può spostarla poi in base all'angolo che procura più piacere ad entrambi.