KotaKoti

KotaKoti
Fake - Non fatevi ingannare da Dakota Rose (anno 1995) Lei lavora con Phoshop quindi occhio.

Vabbe'..sfogliate il blog

computer-immagine-animata-0026

Pero' lasciate ogni speranza o Voi che entrate

QR Code di questo blog

Generatore di codici QR

Instagram

Instagram

Il mio profilo in Linkedin Carlo Bonzi

Report ShinyStat

Spread in tempo reale..ammazzate se e' schifa

Veni, Vidi, WC.

In classifica

Riconoscimento

Riconoscimento

Sto rilevando il tuo IP e non dirlo a nessuno.

Sign by Danasoft - For Backgrounds and Layouts

Il post e' scritto in Togolese ma tu prova a cambiare lingua.

E' l'ora della distensione ..leggi il post

Scrivi pure una parola qui sotto nella lunga linea bianca e ti accontentero' (spero)

sabato 26 luglio 2014

Malware.

Te possano..anche stamane tempo del put e quindi ne approfitto per risolvere il tuo mondo cane e mannaggia ai e alle..ma dai non moccolare se anche oggi hai duertato il browser e la pagina iniziale l'hai trovata diversa dal solito e in barra vedi icone del menga che ti rilanciano su siti che ti stanno sul belino..ti sei cuccato un buon malware.. ora hai provato ad effettuare scansioni con tutta la serie degli antivirus che hai a disposizione ma quella pagina di apertura continua imperterrita a ripresentarsi.. e mo' che farai oltre a pregare la Madonna delle Carmelitane scalzate? Vabbuo' cerchiamo qualche programma free che ti potra' aiutare..forse..molto forse.. eccolo e ci sta la versione libera solo se seguirai i prox passaggi..si appella come dal titolo di cui sopra ovvero Malwarebytes e guarda caso anche il buon Salvatore vedo che e' intervenuto sulla problematica e l'ha postata quindi anziche' sviscerare il problema e trascriverlo in togolese io togolano..ano per gli amici..ti metto il suo operato..lui e' piu' lineare nei post e scrive con le accentate e virgole al posto just ed e' sempre disposto ad aiutare gli infelici, quindi se ce la farai a districarti ringrazia Aranzulla..un nome una garanzia.. ok..vai Salvatore..
Niente panico! Situazioni del genere si possono mettere facilmente a posto con programmi antimalware come Malwarebytes che grazie al suo database – costantemente aggiornato – è in grado di debellare spyware, adware, toolbar promozionali e altri software malevoli che i comuni antivirus possono tralasciare.
È disponibile in due versioni, quella di base gratuita e quella a pagamento che offre anche il monitoraggio del sistema in tempo reale. Installalo, affiancandolo al tuo antivirus, e scopri come utilizzarlo grazie alle indicazioni che sto per darti.
Adoperare l’antimalware di Malwarebytes è un vero gioco da ragazzi,(n.d.r. Per lui ovviamente che ha una mente svisceratamente informatica) prima però devi scaricarlo sul tuo PC e installarlo. Collegati dunque al sito Internet del programma e clicca sul pulsante Scarica la versione gratuita.
A download completato, apri il pacchetto d’installazione del software (es. mbam-setup–2.0.2.1012.exe) e clicca prima su , poi su OK e poi su Avanti. Successivamente, metti il segno di spunta accanto alla voce Accetto i termini del contratto di licenza e concludi il setup facendo click prima su Avanti cinque volte consecutive (n.d.r. te l'ho detto che il Salva e' preciso) e poi su Installa e Fine.
Togli la spunta dalla dicitura Attiva la prova gratuita di Malwarebytes Anti-Malware Pro per evitare che venga attivata la trial della versione a pagamento del programma, che dura 30 giorni.

Malwarebytes
Al suo primo avvio, Malwarebytes provvede ad aggiornare il database delle definizioni mediante il quale riesce a individuare spyware, adware e altre minacce informatiche. Aspetta dunque che l’operazione giunga al termine (deve comparire un segno di spunta verde accanto alla voce Database version) e imposta il programma in italiano recandoti nella scheda Settings e selezionando la voce Italiano dal menu a tendina Language.
Ora sei ufficialmente pronto per avviare la scansione antimalware del tuo computer. Torna quindi nella scheda Controllo, clicca sul pulsante Scansione e attendi pazientemente che il processo di controllo del sistema venga completato. Potrebbero volerci dai 20 ai 60 minuti.
Malwarebytes
La scansione di Malwarebytes Antimalware è suddivisa in sei passaggi: all’inizio viene verificato che il database con le definizioni sia aggiornato, dopodiché vengono esaminati i processi in memoria, gli elementi impostati per l’avvio automatico in Windows, il registro di sistema, i file di sistema e il resto degli elementi che potrebbero veicolare spyware o altri software malevoli.
Al termine dell’analisi, se sono state rilevate delle potenziali minacce, viene mostrata una lista con la descrizione di queste ultime e la loro posizione nel sistema. Per debellarle tutte e spostarle in un’area sicura del PC denominata quarantena, assicurati che siano contrassegnate con una spunta a e clicca sul pulsante Applica azioni.
Se invece vuoi evitare che determinati elementi vengano eliminati, per farli rimanere al loro posto seleziona l’opzione Ignora dal menu a tendina collocato accanto al loro nome e prosegui cliccando sul pulsante Applica azioni.
Malwarebytes
In alcuni casi, Malwarebytes mostra una richiesta di riavvio del computer per portare a termine lo spostamento dei file nell’area di quarantena: clicca su per accettare e aspetta che venga terminata la sessione di lavoro corrente.
Per eliminare definitivamente gli elementi messi in quarantena dall’antimalware, avvia Malwarebytes, recati nella scheda Cronologia e clicca prima sulla voce Elimina tutto e poi su .
Togo tuentinain ha finito e ricordati oltre a dire tre pateravegloria all'Aranzulla Salvatore,, un nome una garanzia, di passare l'Adwcleaner e troverai tracce di inserimenti nel registro di sistema.. petto in fuori, testa alto e soprattutto mani sul...finito con sul.

lunedì 7 luglio 2014

La mia vicina..

Quello che aveva di buono oltre al conto in banca era la sorella.Aveva una bocca grande come la Roberts, mangiava le mele senza tagliarle e quando sorrideva le orecchie scomparivano.. alla sera anziche' mettere la dentiera sul comodino preferiva metterla nell'orinale di nonna e datosi che era volontaria del pronto soccorso era utile in quanto poteva praticare due respirazioni artificiali nello stesso momento, l'inconveniente era quando si metteva il rossetto, ne usava in quantita' industriali e ci volevano un buon paio d'ore buone per l'applicazione ovviamente dopo essersi lavati i denti e posato lo spazzolino nella custodia del violino.. e che dire quando andava dal medico, il povero per tenerle la lingua abbassata era obbligato ad usare l'asse da stiro (ovviamente senza il panno).Aveva un viso particolare con qualche ruga a fisarmonica e pochi denti, uno solo davanti e qualche altro sparso qua e la e il lato positivo era che poteva succhiare le caramelle col buco senza romperle e grandi possibilita' di essere assunta dall'ATM in qualita' di obliteratrice. Avrete capito che non era il massimo della bellezza, anzi se si metteva sul motore di ricerca la parola “bruttezza” come prima immagine compariva  lei e la prerogativa era che per sicurezza mettevano sempre le negative e persino i topi se lei entrava in una stanza, saltavano sulle sedie, le foto erano in preponderanza prese di profilo anche perche' si vedeva solo meta' viso. Di uomini ai suoi piedi non ne ha avuti molti, anzi uno penso l'abbia avuto ed e' il pedicure di Via Caselle, quello davanti alla Banca che ha chiuso in quanto lei aveva cercato di fulminarlo col suo sguardo magnetico ma essendo strabica e' finita col fulminare un paziente che era in attesa del pedicuramento. Di certo non aveva le labbra a canotto della Marini, anzi ad onor del vero non erano ne brutte ne belle anche perche' non c'erano tra quella pelle che si intravedeva tra una ruga e l'altra. E pensare che aveva fatto una maschera di fango e per un paio di giorni era una favola, poi la maschera' si e' rotta e persino le zanzare erano obbligate a pungerla ad occhi chiusi..sto povero pedicure per evitare la chiusura dell'esercizio la faceva uscire dalla porta di sicurezza che dava sullo Stura e persino i piccioni si mettevano un'ala sugli occhi al suo passaggio. Il suo viso e' di quelli che non si dimenticano, persino dopo aver scolato la bottiglia di grappa con genziana..i suoi genitori quando chiedevano loro a chi somigliasse da piccola,,facevano a pari o dispari e quando si e' persa e loro hanno fatto la descrizione ai Caramba..loro non ci credevano e si domandavano perche' la volessero ritrovare.. e che dire quando andava al ristorante, il posto vicino alla finestra era assolutamente vietato a lei e il consiglio era sempre quello di andare presso un istituto di bellezza. Lei c'e' andata veramente, ma solo per un preventivo ed alla fine un lavoro lo ha trovato e se lo tiene stretto ed aiuta le persone a dimagrire in quanto si fa vedere a pranzo e loro perdono l'appetito.