Quando salta la corrente...

Non perderti d'animo, scendi in cantina e..

Non perderti d'animo, scendi in cantina e..

E potrai continuare a farti una cultura col GF

E potrai continuare a farti una cultura col GF

Vabbuo'... lasciate ogni speranza o Voi che entrate

Vabbe'..sfogliate il blog

computer-immagine-animata-0026

QR Code di questo blog

Generatore di codici QR

Instagram

Instagram

Il mio profilo in Linkedin Carlo Bonzi

Report ShinyStat

Spread in tempo reale..ammazzate se e' schifa

cercami in Linkedin

Veni, Vidi, WC.

In classifica

Riconoscimento

Riconoscimento

Sto rilevando il tuo IP e non dirlo a nessuno.

Sign by Danasoft - For Backgrounds and Layouts

Il post e' scritto in Togolese ma tu prova a cambiare lingua.

E' l'ora della distensione ..leggi il post

Questo e' il mio motore di ricerca, scrivi una parola e ti rilancero' al post.

sabato 31 ottobre 2015

Storia Halleweeniana.


"Dannato Halloween", grugni' William Scott mentre sbirciava fuori dalla finestra i gruppetti di bambini che si spostavano da una casa all'altra in cerca di dolci e caramelle.
Lui odiava Halloween. L'aveva sempre odiato, fin da bambino, posto che gli fosse mai capitata una cosa orrenda come l'infanzia. A ottantadue anni continuava a detestarlo, cosi' come detestava i mille acciacchi che affliggevano il suo corpo di vecchio. La considerava la festa piu' idiota dell'universo, persino piu' idiota di quella di San Valentino. Quei cerebrolesi in costume suonavano il campanello di continuo, dondolandosi sulle gambette in attesa che lui venisse ad aprire. Protendevano le loro mani e lo fissavano con quegli occhietti capaci di intenerire un qualsiasi adulto dotato di un briciolo di istinto materno o paterno. Tranne lui. Perche' lui li odiava in modo viscerale, ecco dove stava la differenza. Durante l'anno i bastardi non facevano altro che ideare scherzi crudeli ai suoi danni, per poi presentarsi ad Halloween sulla soglia di casa con l'aureola sopra la testa.
"Piccoli mocciosi..." sussurro' tra le pieghe di una smorfia di puro disgusto. Li vedeva dalla finestra e scuoteva la testa. Ce n'erano a decine, la' fuori. Saltellavano, gridavano, sghignazzavano. Avrebbe venduto l'anima al diavolo in cambio di un acquazzone di acido solforico. Poltiglia d'infanti lungo tutte le strade. Il sogno della sua vita.
Aggrotto' le sopracciglia quando vide Casper il fantasmino e Dracula il vampiro che si avvicinavano alla sua porta. Li guidava una bambina che calzava sulla testa una zucca di Halloween di plastica. La zucca era intagliata come si usa fare con quelle vere, con due triangoli al posto degli occhi, uno per il naso, e una zigzagante linea incurvata all'insu' per bocca. Il suo travestimento finiva li'. Di seguito venivano un normalissimo vestitino bianco e un paio di scarpette nere di vernice.
"Ma che cariiini..." sibilo' William ghignando. Il suo viso era una ragnatela di rughe, maschera di una vecchiaia acida e solitaria. Udi' il campanello e si volto' verso la porta.
"Hanno davvero il coraggio di venire qui?" chiese sorpreso alla stanza vuota. Il campanello suono' di nuovo e i suoi occhi acquosi si animarono di odio e disprezzo. "Ah, si'? Adesso vi faccio vedere io."
And' alla porta e la spalanco' di colpo. Casper e Dracula trasalirono e lo fissarono intimoriti. Lui ne fu contento. Non riusciva a vedere l'espressione della bambina, ma era piu' che sicuro che anche lei si fosse spaventata.
"Dolcetto o scherzetto?" chiese la bambina. Tese la mano verso di lui senza esitare. La sua voce era soffocata da quella specie di casco arancione che indossava, ma William ebbe comunque l'impressione che fosse troppo matura per la sua eta'.
"Andatevene via, stupidi mocciosi", brontolo'.
La bambina non si scompose. Prese a dondolarsi sulle gambette, proprio in quel modo che lui odiava, e ripete': "Dolcetto o scherzetto?"
"Ma quale dolcetto e scherzetto!" gracchio' William. "Se non ve ne andate subito, io..."
"Dolcetto o scherzetto?" chiese di nuovo la bambina.
Perplesso, William fisso' i due triangoli che la zucca aveva per occhi, cercando di vedere qualcosa. Il buio. Non gli riusci' di scorgere il piu' vago particolare del suo viso. Sembrava che dentro la zucca non ci fosse proprio nessun viso da vedere. Allungo' una mano e batte' le nocche sulla plastica arancione. Ne ricavo' il rumore di due colpi dati a un contenitore di plastica vuoto.
"Dolcetto o scherzetto?" fece la bambina. Stessa cantilena, stessa intonazione. Come una bambola parlante.
"Ma sei sorda?" chiese William. "Ho detto di levarti dai piedi!"
"Dolcetto o scherzetto?"
William scosse la testa. "Non sei sorda, sei soltanto stupida. Levati dai piedi."
"Dolcetto o scherzetto?"
Infuriato, William fece uno scatto in avanti e ringhio' per spaventarla. Casper e Dracula fuggirono all'istante. Lei invece rimase dov'era.
"Non hai paura?" chiese William con voce pacata ma piena di minaccia.
La zucca fece segno di no e la bambina tese la mano un po' di più. "Dolcetto o scherzetto?"
"Io non ti do' proprio nessun dolcetto, piccola rompiscatole."
"Scherzetto?"
"Ma certo, fammi questo scherzetto. Vediamolo, il tuo scherzetto. Voglio proprio vedere cosa..."
La bimba si frugo' in tasca e tiro' fuori un sacchettino di pelle nera, accuratamente chiuso con un laccio. Lo tese verso di lui e disse:"Scherzetto."
"Che cos'e'?" domando' William lanciandole uno sguardo truce. Quella mossa non se l'era proprio aspettata. Avrebbe giurato che nel giro di qualche secondo gli sarebbero piovute addosso un paio di manciate di coriandoli o di stelle filanti. Lui naturalmente avrebbe dato in escandescenze e la bambina sarebbe scappata di corsa, sghignazzando stupidamente come facevano tutti i cerebrolesi della sua eta'. Invece la piccola vipera gli porgeva un sacchettino misterioso che, malgrado tutto, era riuscito a catturare la sua curiosità. "Avanti, che cosa sarebbe questa stupidaggine?"
"Scherzetto", rispose tranquilla la bambina e agito' il sacchettino per invitarlo a prenderlo.
"Cosa c'è lì dentro?"
"Scherzetto", ripete' la bambina e fece dondolare ancora il sacchettino. "Scherzetto, scherzetto, scherzetto!"
L'espressione sul volto di William passo' dal disprezzo alla compassione. "Piccola idiota. Lo sa tua madre quanto sei idiota?"
Il sacchettino smise di oscillare e le orbite vuote della zucca lo fissarono in silenzio. La bambina deposito' il sacchetto sullo zerbino.
"Niente dolcetto, percio' scherzetto", sentenzio'. Gli volto' le spalle e trotterello' via, andando a unirsi agli altri bambini.
"Che scherzetto del cavolo", borbotto' William e poso' gli occhi sul piccolo oggetto che giaceva in mezzo allo zerbino. "Te lo do' io, il dolcetto, se ti pesco un'altra volta a suonare il mio campanello." Si guardo' attorno per assicurarsi che l'odiosa bambina non lo stesse tenendo d'occhio. Non si vedeva nessuna zucca arancione spuntare tra le testoline dei bambini che transitavano davanti a casa sua. Si chino' e prese il sacchettino per il laccio. Rientro' in casa e sedette sul divano. Tasto' con cautela l'involucro di pelle nera per cercare di indovinare cosa contenesse, ma alla fine dovette ammettere di avere le idee piuttosto confuse. Sbuffo' seccato e si decise a sciogliere il laccio. Quindi lo scosse vigorosamente per farne uscire il contenuto.
Lo scorpione cadde sulla sua coscia destra, alzo' il pungiglione e lo affondo' nella carne della gamba, rapido e spietato.


Storia halloweeniana.


"Dannato Halloween", grugni' William Scott mentre sbirciava fuori dalla finestra i gruppetti di bambini che si spostavano da una casa all'altra in cerca di dolci e caramelle.
Lui odiava Halloween. L'aveva sempre odiato, fin da bambino, posto che gli fosse mai capitata una cosa orrenda come l'infanzia. A ottantadue anni continuava a detestarlo, cosi' come detestava i mille acciacchi che affliggevano il suo corpo di vecchio. La considerava la festa piu' idiota dell'universo, persino piu' idiota di quella di San Valentino. Quei cerebrolesi in costume suonavano il campanello di continuo, dondolandosi sulle gambette in attesa che lui venisse ad aprire. Protendevano le loro mani e lo fissavano con quegli occhietti capaci di intenerire un qualsiasi adulto dotato di un briciolo di istinto materno o paterno. Tranne lui. Perche' lui li odiava in modo viscerale, ecco dove stava la differenza. Durante l'anno i bastardi non facevano altro che ideare scherzi crudeli ai suoi danni, per poi presentarsi ad Halloween sulla soglia di casa con l'aureola sopra la testa.
"Piccoli mocciosi..." sussurro' tra le pieghe di una smorfia di puro disgusto. Li vedeva dalla finestra e scuoteva la testa. Ce n'erano a decine, la' fuori. Saltellavano, gridavano, sghignazzavano. Avrebbe venduto l'anima al diavolo in cambio di un acquazzone di acido solforico. Poltiglia d'infanti lungo tutte le strade. Il sogno della sua vita.
Aggrotto' le sopracciglia quando vide Casper il fantasmino e Dracula il vampiro che si avvicinavano alla sua porta. Li guidava una bambina che calzava sulla testa una zucca di Halloween di plastica. La zucca era intagliata come si usa fare con quelle vere, con due triangoli al posto degli occhi, uno per il naso, e una zigzagante linea incurvata all'insu' per bocca. Il suo travestimento finiva li'. Di seguito venivano un normalissimo vestitino bianco e un paio di scarpette nere di vernice.
"Ma che cariiini..." sibilo' William ghignando. Il suo viso era una ragnatela di rughe, maschera di una vecchiaia acida e solitaria. Udi' il campanello e si volto' verso la porta.
"Hanno davvero il coraggio di venire qui?" chiese sorpreso alla stanza vuota. Il campanello suono' di nuovo e i suoi occhi acquosi si animarono di odio e disprezzo. "Ah, si'? Adesso vi faccio vedere io."
And' alla porta e la spalanco' di colpo. Casper e Dracula trasalirono e lo fissarono intimoriti. Lui ne fu contento. Non riusciva a vedere l'espressione della bambina, ma era piu' che sicuro che anche lei si fosse spaventata.
"Dolcetto o scherzetto?" chiese la bambina. Tese la mano verso di lui senza esitare. La sua voce era soffocata da quella specie di casco arancione che indossava, ma William ebbe comunque l'impressione che fosse troppo matura per la sua eta'.
"Andatevene via, stupidi mocciosi", brontolo'.
La bambina non si scompose. Prese a dondolarsi sulle gambette, proprio in quel modo che lui odiava, e ripete': "Dolcetto o scherzetto?"
"Ma quale dolcetto e scherzetto!" gracchio' William. "Se non ve ne andate subito, io..."
"Dolcetto o scherzetto?" chiese di nuovo la bambina.
Perplesso, William fisso' i due triangoli che la zucca aveva per occhi, cercando di vedere qualcosa. Il buio. Non gli riusci' di scorgere il piu' vago particolare del suo viso. Sembrava che dentro la zucca non ci fosse proprio nessun viso da vedere. Allungo' una mano e batte' le nocche sulla plastica arancione. Ne ricavo' il rumore di due colpi dati a un contenitore di plastica vuoto.
"Dolcetto o scherzetto?" fece la bambina. Stessa cantilena, stessa intonazione. Come una bambola parlante.
"Ma sei sorda?" chiese William. "Ho detto di levarti dai piedi!"
"Dolcetto o scherzetto?"
William scosse la testa. "Non sei sorda, sei soltanto stupida. Levati dai piedi."
"Dolcetto o scherzetto?"
Infuriato, William fece uno scatto in avanti e ringhio' per spaventarla. Casper e Dracula fuggirono all'istante. Lei invece rimase dov'era.
"Non hai paura?" chiese William con voce pacata ma piena di minaccia.
La zucca fece segno di no e la bambina tese la mano un po' di più. "Dolcetto o scherzetto?"
"Io non ti do' proprio nessun dolcetto, piccola rompiscatole."
"Scherzetto?"
"Ma certo, fammi questo scherzetto. Vediamolo, il tuo scherzetto. Voglio proprio vedere cosa..."
La bimba si frugo' in tasca e tiro' fuori un sacchettino di pelle nera, accuratamente chiuso con un laccio. Lo tese verso di lui e disse:"Scherzetto."
"Che cos'e'?" domando' William lanciandole uno sguardo truce. Quella mossa non se l'era proprio aspettata. Avrebbe giurato che nel giro di qualche secondo gli sarebbero piovute addosso un paio di manciate di coriandoli o di stelle filanti. Lui naturalmente avrebbe dato in escandescenze e la bambina sarebbe scappata di corsa, sghignazzando stupidamente come facevano tutti i cerebrolesi della sua eta'. Invece la piccola vipera gli porgeva un sacchettino misterioso che, malgrado tutto, era riuscito a catturare la sua curiosità. "Avanti, che cosa sarebbe questa stupidaggine?"
"Scherzetto", rispose tranquilla la bambina e agito' il sacchettino per invitarlo a prenderlo.
"Cosa c'è lì dentro?"
"Scherzetto", ripete' la bambina e fece dondolare ancora il sacchettino. "Scherzetto, scherzetto, scherzetto!"
L'espressione sul volto di William passo' dal disprezzo alla compassione. "Piccola idiota. Lo sa tua madre quanto sei idiota?"
Il sacchettino smise di oscillare e le orbite vuote della zucca lo fissarono in silenzio. La bambina deposito' il sacchetto sullo zerbino.
"Niente dolcetto, percio' scherzetto", sentenzio'. Gli volto' le spalle e trotterello' via, andando a unirsi agli altri bambini.
"Che scherzetto del cavolo", borbotto' William e poso' gli occhi sul piccolo oggetto che giaceva in mezzo allo zerbino. "Te lo do' io, il dolcetto, se ti pesco un'altra volta a suonare il mio campanello." Si guardo' attorno per assicurarsi che l'odiosa bambina non lo stesse tenendo d'occhio. Non si vedeva nessuna zucca arancione spuntare tra le testoline dei bambini che transitavano davanti a casa sua. Si chino' e prese il sacchettino per il laccio. Rientro' in casa e sedette sul divano. Tasto' con cautela l'involucro di pelle nera per cercare di indovinare cosa contenesse, ma alla fine dovette ammettere di avere le idee piuttosto confuse. Sbuffo' seccato e si decise a sciogliere il laccio. Quindi lo scosse vigorosamente per farne uscire il contenuto.
Lo scorpione cadde sulla sua coscia destra, alzo' il pungiglione e lo affondo' nella carne della gamba, rapido e spietato.


Hallo-Wine.


Non sono esperto in demonologia per dire che Halloween sia contro la chiesa in quanto festa pagana ma so’ solo che sta ricorrenza presentata come gioco o scherzetto, dalle mie parti si presenta come rottura..sia di palle che di oggetti vari.. sti ragazzini assatanati non festeggiano Sanhain il dio della morte ma godono come falchi nel petardare cassette della posta, vani motore di auto, incendiare cestini della spazzatura e per i piu’ delicati, bombolettare tutto quanto alla portata di mano.
Ovviamente dei Druidi e del Capodanno Celtico ne sanno una mazza e indirettamente col loro fare appoggiano il dio della morte.
Dietro allo scherzetto si evidenziano creature vandaliche, agitate ma fragili e quindi non meravigliamoci se il mondo va dal culo in quanto il peccato non e’ piu’ peccato perche’ presentato come forma di gioco innocente dove l’uomo e’ diventato il dio di se stesso.
Io stasera non mi presentero’ generoso col trick or treat e delle maschere di zombie o strega me ne fotto..il gatto nero lo adoro e lo scherzetto saro’ io a farlo per primo..la jack-o’-lantern a casa nostra e’ servita per fare il minestrone e se i richiedenti saranno insistenti, penso avro’ problemi con i genitori che appoggiano ste ricorrenze che non fanno parte della nostra cultura.
Detto questo, io e Lella festeggeremo a modo nostro l’arrivo dell’inverno domani al Maglio sorseggiando i vini presso l’Hallo-Wine e con 10 euro ci beccheremo un buono valido per la cannata di tre bicchieri, comprensivi di sottobicchiere, tracolla e 10 punti in meno sulla patente.

 


giovedì 29 ottobre 2015

ID Spoofing



Ormai sapete come manipolare l'IP per non lasciare tracce della navigazione nel web, ma forse non sapete o ci sarete cascati quando sul vostro cellulare avete lumato il numero chiamante fatto da gente o enti che pensavate amici.. la vostra sapienza era legata solo all'anonimato anteponendo #31# dal cellulare o *67# dal fisso per non evidenziare il numero, ma non dal fatto che si puo' far apparire un numero che non e' propriamente quello del chiamante.
Ergo vi educo come si puo' falsificare l'ID del chiamante, ricordandovi che e' illegale soprattutto se fatto a scopo castigatorio.
Tralasciando smanettamenti laboriosi vi linko subito dove i volponi che trafficano in ebay traggono i loro numeri taroccati da far apparire sullo schermo del cellulare e mi riferisco a www.fakemyphone.it/.
Buttate l'occhio e fate la prova telefonica (la prima e' gratuita) e soprattutto non date troppo affidamento al caller ID che viene esposto al momento della ricezione chiamata.
Per gli smanettoni USAstici resta sempre lo spoofcard
E mo' v'ho detto..


mercoledì 28 ottobre 2015

Windows 10 Fall Update.


Forza ragazzi ..ci siamo, arrivano le varianti grazie alle picchiate di naso che avete fatto, la Microsofottuta incomincia con gli aggiornamenti e il primo aggiornamento per Windows 10 si appella, Windows 10 Fall Update.
La nuova versione riporta l'identificativo numerico "1511" ove "15" sta per l'anno di rilascio (2015) e "11" il mese di novembre ed avra' il nome in codice di Threshold 2.
Questa versione proporra' numerose modifiche ed ottimizzazioni legate all'interfaccia utente che non hanno potuto trovare posto nella versione definitiva del sistema operativo rilasciata sino ad oggi che e' quella partita a Luglio che vi ha fatto tanto penare.

Ci saranno interventi di abbellimento grafico, ad esempio, sul colore della barra del titolo usata dalle applicazioni desktop, menu contestuali allineati al resto dell'interfaccia ed una colonna aggiuntiva per le "
live tiles" nel menu Start.

La novita' principale sara'
il nuovo sistema di messaggistica che si integrera' con i dispositivi Windows 10 Mobile e che si appoggera' in larga misura su Skype, quindi dal Sistema Operativo Windows 10 si potranno avviare conversazioni Skype, chat vocali e videoconferenze senza installare il classico programma (questo vale come risposta al dr.Gancitano che non ha trova lo Skype e ripeto che Explorer non lo potra' trovare in quanto come S.O ha Edge)
Purtroppo per
le estensioni nel browser Edge si dovra' ancora attendere pertanto con Threshold 2 non si potranno installare le estensioni.
Tra le modifiche fighe ci sta' la possibilita' di attivare Windows 10 utilizzando il codice Product Key di Windows 7 o di Windows 8.1.
Quest'innovazione porra' fine, ad esempio, nel caso di aggiornamento da Windows 7 o Windows 8.1, alla necessita' di avviare l'installazione di Windows 10 da una precedente versione del sistema operativo, gia' correttamente attivata.

E per oggi e' tutto, quindi anche da noi arrivera' sta versione e dovrebbe essere per la prima settimana di Novembre.. scaricate e poi fatemi sapere i maldipancia che troverete e piangeremo assieme e proprio ieri ho dovuto penare per far riconoscere la pass di avviamento e l'intoppo e' stato un aggancio di facebucke di Lella che ogni tanto usa la mia macchina.. che ho cmq risolto cambiando antivirus e bloccando gli agganci dell'associal sporkware.

sabato 24 ottobre 2015

Pensavo fosse amore invece..



L'avete trovato in libreria il libercolo di Mario? Naaa, ma dai..senza rompervi piu' del dovuto prendetelo su Amazon con 11.90 eurini vi troverete 140 pag di vignette a colori che rappresentano un disegnatore disilluso, una militante infervorata che si incontrano, si piacciono, provano a vivere il loro amore all'epoca del grande rottamatore, Matteo Renzi.
Si ritroveranno alle prese con una "House of Cards" all'italiana, tra assassinii politici, tradimenti, sedute psicanalitiche, attentati terroristici e improvvisi ritorni di fiamma.
Chi non si adegua a questo nuovo mondo viene travolto.
Anche l'amore. O forse no? Una parodia sui trentenni di oggi e sull'intimismo autoreferenziale della Facebook generation, in cui politica e vita quotidiana si mescolano senza soluzione di continuita' dando corpo ai sogni e alle paure di chi - come tutti noi - questo cortocircuito lo vive ogni giorno sulla propria pelle.
"Pensavo fosse amore invece era Matteo Renzi", il nuovo libro di Mario Natangelo, in cui il vignettista racconta se stesso e il suo lavoro senza risparmiare nessuno. 
 













corsa 29

venerdì 23 ottobre 2015

Annullare Windows10.


Ti hanno smarronato con l'offerta gratuita del Windows10?Ti sei almeno accorto che hai un'icona aggiunta in basso a destra?


Ebbene te la sei cuccata con l'aggiornamento update Microsoftario. Mo sei incavolato vero? Ma non fare cosi' dai, tanto e' gratisse e poi e' giusto che Microsoft possa fare esperimento su di te no? Nemmeno il cane fa andare la coda per niente.. Certo e' che se facciamo un elenco di smoccolamenti per chi ha ficcato Windows10 la goduria non e' del tutto selvaggia per i problemi sussistenti.

Uno di questi riguarda la gestione dei driver progettati per Windows 10. Ci sta' sta difficolta' nell'ottenere il corretto funzionamento della connettivita' Bluetooth e WiFi e non tutte le aziende produttrici di hardware hanno ultimato i driver per sto sistema operativo e poi i problemi li hai anche sui chip audio e sui touchpad dei dispositivi portatili.

E che dire delle app che vanno in crash e nn partono? Mi riferisco a quelle del tipo Foto, Contatti, Meteo, Store e pure nello Start che ti inchioda il pc con Cortana
 
che non ti caga piu' (ho dovuto lavorarci sopra per un paio d'ore per sistemare saylorenzo).
Ecco la scritta goduriosa che ti inchioda il pc..

 

Microsoft Edge prende il testimone dall'explorer che va in cantina e non e' certo un proiettile..il browser impiega un casino di tempo di navigazione, senza contare il bloccaggio dello scroll e se vai su siti con grafica son azzi amari sempreche' non crashi e di certo cmq e' inferiore di brutto ai vari chrome mozilla e opera.

Aggiornamenti automatici nella versione home non li disattivi piu' e presenti le mani pronto ad essere arrestato.Microsoft ti fa’ grazia con le versione Pro che lascia la scelta per aggiornarli magari un paio d'ore dopo con la possibilita' di scaricarti un un apposito tool che potrai usare per la reinstallazione di determinati aggiornamenti.

Continuum. Che e' l'asso nella manica di win10 ed e' quello che ti da' la possibilita’ di passare dalla modalita' desktop alla modalita' tablet, non viaggia liscio e non funge per animazioni non troppo fluide o mancanti e qualche programma nn gira nella modalita' a tutto schermo.


vai alla pagina errori di Microsoft e comincerai sentire dei bruciori al bip.

Vabbuo’ se ti sei stancato di fare da apripista, togli il tutto e tu che leggi ester&fatto in quanto hai l'icona in basso a destra che ti ha rifilato Microsoft con l'Update KB3035583 che sta convalidando windows10 per il tuo pc..pensaci bene e rimembrati che se ti trovi bene con il tuo Windows7 o Windows8 e vuoi evitare che sta finestra ti compaia continuamente invitandoti a passare a Windows10 e scaricati I Don't Want Windows10 e bevi in coppa.

Fine del soliloquio e ringrazio Alessandro Alciato (giornalista di Sky) che ha postato su twitter come fare per far ritornare ZDF nella lista dei canali a disposizione, risintonizzando manualmente il decoder alla faccia di Mediaset Premium che continua a dire solo noi etc etc ..funge il taroccamento, peccato che la gobba non ha dato spettacolo.
Bah se vuoi saltare come un grillo 
 



Ehm..nn intendevo questo (e' la cavallina..remembri?)



Dimenticate questi problemi e godetevi il libercolo di Mario che dal 22 ottobre troverete nelle migliori librerie su Amazon o nelle fumetterie (non di canna) ma e' meglio di uno svuotino..

lunedì 19 ottobre 2015

Start e Cortana non funzionano in Win10


E vabbe’ la buona Microsoft vi ha graziato e consegnato gratuitamente Windows 10 ma il trucco dove sta..loro lo hanno testato e funge benissimo ma solo con tutti gli ingredienti Microsoft, quindi esiste l’incognita dell'utilizzatore che ha nella macchina sistemi non sempre microsoftwaristici e pertanto esistono incognite di funzionamento (vedi antivirus, programmi di scrittura o grafici) consapevoli di tutto questo, per evitare cappelle stratosferiche fanno esperimento su chi gratuitamente sostituisce sistemi operativi abbastanza cari con prodotti free (a volte taroccati) e qui casca l’asino..ad es. potrebbe apparire tuttanbotto il popup di cui sopra, indicante “Windows 10 Errore Critico Cortana e il menu start non funzionano”,ergo entrate nel panicaccio maledicendo la volta che avete cambiato sistema e col vostro attuale bloccato accendete il cero a Santa Intima di Karinzia.. provate a telefonare a Microsoft e vi dicono di tornare al vecchio sistema o di togliere tutti i programmi extramicrosoftevoli e ricaricare sto Windows10 andando sul sito..vabbuo’, intanto vediamo di uscirne tentando qualche soluzione..nel mio caso ho risolto cosi’ e spero vada bene anche per Voi..altrimenti ite nella differenziata o dalla santa sopraindicata.

Operate..
1) Sul Desktop cliccate tasto desto e dal classico menu a tendina, dovete cliccare su collegamento.
2) Appare una schermata e inserite la o il path per il programma, non potendo accedere a niente visto il bug, digitate “powershell.exe”.
3) Sul Desktop apparira' l’icona della shell , cliccate col destro del mouse su “Esegui come amministratore”.
4) Ora sul desk ecco la shell e dove vedete il trattino lampeggiante incollate questo:Get-AppXPackage -AllUsers | Foreach {Add-AppxPackage -DisableDevelopmentMode -Register “$($_.InstallLocation)\AppXManifest.xml”},
probabilmente sara’ un poco lento ma non demordete a aspettate il 100%.
Eseguiti tutti i passaggi per sbloccare Menu Start, Cortana, Store e tutti i software proprietari Microsoft.
Ora non resta che premere CTRL+ALT+CANC, si aprira’ la gestione delle attivita’, scegliete la linguetta “Avvio” e disabilitate tutti i software antivirus non di Microsoft, e poi riavviate il pc cliccando sul banner popup “Disconnetti ora” e in basso a destra cliccate su riavvia il pc.
Una volta riavviato il pc riattivate tutti i software antivirus disattivati in precedenza, ed il pc funzionera’ come prima.
Questa procedura evitera’ripristinare il sistema operativo ovvio che se non sarete ok dovrete fare il classico ripristino del sistema operativo da pannello di controllo, per aprirlo, dal momento che non vi funzionera’ na mazza, cliccherete su CTRL+MAIUSC+ESC (per aprire la gestione attività), da qui andate sul file: esegui nuova attivita’ e nel campo digiterete msconfig.
Questo vi permettera’ di aprire la finestra Configurazione di sistema, qui andrete nella sezione strumenti, ad esempio “sicurezza e manutenzione” e avrete il pannello di controllo aperto, poi potrete andare nella pagina iniziale del pannello e potrete fare il ripristino e il vostro computer dovrebbe ritornare sano.
Nel mio caso ho riscontrato l’errore dopo l’update mensile di Microsoft e il file incriminato era il KB3081424 ma ho visto nel web che anche il KB3081444 sbarella il sistema. (toglieteli)
RIPETO E CONCLUDO I MOVIMENTI DA FARE:

  1. ctrl + alt + canc e apri gestione attivita’ —> file —> esegui nuova attivita’ e scrivete explorer.exe)
  2. Quando vi compare la finestra di risorse del computer, cliccate sulla voce a sinistra “Questo PC”, quindi clicca in alto sulla voce Computer (accanto a file) e dopo di che cliccate su “disinstalla/modifica programmi”
  3. Nella finestra successiva, nel menu a sinistra cliccate su “visualizza aggiornamenti installati” dopo di che cercate l’aggiornamento numero KB3081424 e toglietelo (se nn lo trovate cercate anche KB3081444 )
  4. Riavviate il pc, e il problema sara’ risolto.


E ricordatevi che non vi daranno mai niente per niente e adesso spazio al al nostro NAT (e al Francesco).